Thyssen

I luoghi abbandonati #2

Qui il tempo sembra essersi fermato al 6 dicembre 2007, quando una fuoriuscita di olio bollente prese fuoco e uccise sette operai della Thyssen. Una delle pagine più buie della città, di quelle che non si cancellano mai.

Thyssen Torino
31Dic '18

Thyssen

Il cancello arrugginito della Thyssen è chiuso da più di dieci anni.

Nei dintorni della fabbrica Thyssen non c’è anima viva.

A parte un vigilante che ha il compito di bloccare i curiosi che provano ad addentrarsi nella fabbrica abbandonata, costeggiando la sterpaglia che si affaccia su corso Regina Margherita.

Qui il tempo sembra essersi fermato al 6 dicembre 2007, quando una fuoriuscita di olio bollente prese fuoco e uccise sette operai della Thyssen.

Una delle pagine più buie della città, di quelle che non si cancellano mai. L’area è enorme, più di 300mila metri quadrati, e fino ad oggi i piani di riqualificazione sono stati soltanto abbozzati. Il più interessante inglobava anche l’area Bonafous e il Castello di Lucento e prevedeva percorsi pedonali, collegamenti con il parco della Pellerina, attività commerciali e abitazioni.

L’ultimo in ordine di tempo sa invece di beffa: immaginava la nascita nell’ex area industriale del villaggio olimpico per i Giochi invernali del 2026. Quelli che i torinesi vedranno soltanto in televisione.

I posti da non dimenticare.

ADD YOUR COMMENT